“Ritratti a tre voci” La poesia di Dante incontra la musica e la danza


“MESE DANTESCO”
Settima Edizione – Terzo Incontro

MERIS MONTI
con interventi di allievi di IV Liceo Classico
“Ritratti a tre voci”
La poesia di Dante incontra la musica e la danza

Giovedì 16 maggio, ore 21.00 – Teatro Titano – San Marino

Il terzo appuntamento del Mese Dantesco ha visto protagonisti i venti allievi della Quarta Liceo Classico e la loro insegnante di Italiano, Meris Monti, di fronte al Segretario di Stato alla Cultura Morganti e ad un folto pubblico che gremiva il Teatro Titano.

Ancora una volta la Divina Commedia è stata chiamata a misurarsi con linguaggi e forme della modernità, e ancora una volta è riuscita a vincere la sfida del tempo. dialogando con musiche e coreografie molto moderne. Nella classe diversi ra-gazzi si dedicano allo studio della musica e della danza classica e moderna e si sono resi disponibili a impiegare i loro talenti per far rivivere nel chiuso di un’aula scolastica le statuarie figure della Commedia accostandole a queste discipline.

La serata, dunque, è stata il frutto di un percorso didattico in cui i ragazzi si sono cimentati nella costruzione “a tre voci” di sei ritratti di altrettanti personaggi della Commedia. distinti in due gruppi introdotti ciascuno da un balletto.

Farinata, Marco Lombardo e Cacciaguida sono stati presentati al pubblico con la lettura corale di passi della Commedia e con commenti redatti dagli allievi, per completarne la fisionomia si è scelto di abbinare a ciascun personaggio un brano musicale eseguito al pianoforte, alla tastiera e con la chitarra elettrica: Farinata e Cacciaguida hanno ispirato due composizioni inedite, create ed eseguite da uno dei ragazzi, e Marco Lombardo è stato accostato a un preludio di Mendelsshon.

Le figure femminili di Francesca, Pia de’ Tolomei e Cunizza da Romano hanno ripreso vita sul palco nelle movenze ora aggraziate, ora dinamiche e provocanti, di tre ballerine che hanno danzato sulle note di brani di musica leggera contemporanea.

L’immagine della Firenze antica, rievocata da Cacciaguida, è stata suggerita sul palco da un quadro di ragazzi in costumi dell’epoca, gentilmente messi a disposizione dal Gruppo Storico ” I Fanciulli e la corte di Olnano”.

All’insegnante è spettato il compito di raccontare la storia di questo lavoro e di presentare il percorso tematico sotteso ai personaggi: l’amore per la patria e il bene comune per le tre figure maschili, l’amore tout court per le figure femminili. Entrambi questi temi sono stati introdotti e visualizzati attraverso due balletti.

La serata ha dimostrato quanto possa essere ancora viva e coinvolgente quella cultura letteraria, da tanti considerata un retaggio polveroso del passato, e ha reso evidente quali frutti possano nascere dalla sinergia fra diverse realtà educative e culturali presenti sul nostro piccolo ma attivo territorio.

E’ doveroso citare i nomi dei ragazzi che con il loro lavoro e la loro freschezza hanno saputo coinvolgere così piacevolmente il pubblico: le ballerine Greta Cola, Valeria Valentini e Giulia Michelotti accompagnate da Lorenzo Berardi e Simone Francioni, i musicisti e cantanti Alberto Serra (anche compositore), Simone Raimondi, Ilaria Mularoni, Chiara Santini e Maria Giulia Ugolini, i lettori e figuranti Lorenza Angelini, Beatrice Bollini, Francesca Casoli, Elia Capicchioni, Giuditta Dani, Camilla Faetanini, Angelica Gasperoni, Claudia Felici, Giulia Magagnini, Nicole Tamagnini.

Un meritato plauso all’insegnante per il grande impegno personale, culturale, didattico ed organizzativo profuso per la riuscita di questo terzo incontro del Mese Dantesco di San Marino, giunto quest’anno alla settima edizione.

Giovedì prossimo il quarto e ultimo appuntamento:

23 Maggio Giovedì ore 21:00 Arena Turismo
Prof. Maurizio Gobbi
L’esilio di Dante
Dante rievoca con nostalgia la Firenze dei suoi antenati

L’ingresso è libero

Allegati