Divina Commedia ed etichette con xilografie di Francesca Padovani a Verona

Avanguardia a “Bosco Divino 2012”: Divina Commedia ed etichette con xilografie di Francesca Padovani a Verona
Da domenica 14 ottobre 2012, a Villa Scopoli – Verona Loc. Avesa –

Domenica 14.10.2012, a Villa Scopoli – Verona loc. Avesa, alle ore 11,00, inizia la manifestazione “Bosco Divino” che durerà una settimana, fino al 21 ottobre 2012.

52 artisti ispirati dai canti della Divina Commedia, interpreteranno l’Inferno, il Purgatorio, il Paradiso, di Dante non solo attraverso opere visive, ma anche con danze, teatro e musica.

Un’esposizione di arte contemporanea sulla Divina Commedia in un ambiente incantevole, dove, come nel viaggio fantastico all’interno della Divina Commedia, i visitatori potranno ammirare le opere ispirate ai canti danteschi, create dagli artisti e collocate lungo il sentiero, abbinate a danze rappresentazioni teatrali e musicali. Una reale immersione nella poesia di Dante.

Avanguardia per l’occasione ha realizzato tre xilografie tratte da affreschi che ritraggono Dante e le stesse saranno le etichette di vino presenti alla manifestazione. Lo studio e la realizzazione delle xilografie, è di Francesca Padovani presidente dell’associazione Avanguardia. L’associazione Avanguardia ha realizzato anche lo stand all’ingresso della manifestazione.
Avanguardia è un’associazione culturale che nasce nel 2012 da un’esperienza di progetto portata avanti dalla cooperativa sociale onlus “Il maggiociondolo”, nata nel 1993 svolgendo un’attività di recupero e sistemazione dei pallet usati (autorizzazione EPAL I-456) per l’inserimento lavorativo di persone ai margini della società e detenuti anche in pena alternativa.

L’Associazione promuove progetti multi tematici e contribuisce a divulgare manifestazioni e iniziative che abbiano lo scopo di arricchire di nuovi indotti il territorio facendo da aggregante tra privati e istituzioni.
Si propone come piattaforma d’idee e di scambi culturali e artistici, legati alla salvaguardia dell’ambiente, del patrimonio culturale italiano locale e del terzo settore: è lo spazio concepito come luogo di memoria del prodotto.

La vocazione al «recupero» l’ha portata a trasformare i bancali non più recuperabili in complementi di arredo, come tavoli, scatole per il vino, giochi per bambini, etc. Questo progetto di riconversione aziendale è stato chiamato Avanguardia proprio perché la cooperativa, attraverso la creatività, vuole diventare un punto di ascolto per il territorio e un punto di comunicazione culturale per tutti quelli interessati ad «esserci».

Tutti invitati ad “esserci” quindi anche alla manifestazione “Bosco Divino 2012”, a Verona, e perchè non invitare l’associazione, le sue iniziative e la sua creatività a Nemi, luogo ove “passò” Dante?

Allegati