Cinque giorni con la poesia
Frascati invasa dai versi di Dante
Dal 7 all’11 maggio, nella seconda edizione della manifestazione letteraria, una serie di eventi culturali e incontri con tutti i maggiori studiosi del poeta fiorentino. E tutti arriveranno gratis. Parteciperanno anche cinquemila studenti di PAOLA ROSA ADRAGNA
Cinque giorni con la poesia Frascati invasa dai versi di Dante
Dopo aver affrontato le belve e attraversato l’inferno, Dante si ferma a Frascati per un festival dedicato completamente a lui. Dal 7 all’11 maggio, il poeta della Divina Commedia viene celebrato nella cittadina romana nella seconda edizione dell’evento letterario ‘La Forza della Poesia’. Una cinque giorni che vedrà studiosi danteschi di fama mondiale, Marco Santagata e Vittorio Sermonti solo per citarne alcuni, omaggiare il genio fiorentino e i suoi versi insieme a giovani studiosi, insegnanti, studenti e cittadini. E con una particolarità non consueta ai nostri giorni: tutti hanno accettato di partecipare gratis.

Il festival si aprirà con una lezione introduttiva affidata a Santagata, per poi dare spazio, nell’arco delle cinque giornate, a tanti altri studiosi come Giulio Ferroni, Giorgio Stabile, Antonio Rostagno, Rino Caputo, Sonia Gentili, Nino Borsellino, Pasquale Stoppelli, Natascia Tonelli, Dante Della Terza, Silvia Tatti, Margaret Brose.

Per valorizzare la ricerca, i contributi dei giovani studiosi sul lessico dantesco verranno raccolti in un volume, mentre alcune personalità di spicco del mondo della cultura presenteranno e spiegheranno ai curiosi opere frutto di secoli di contaminazione della poesia di Dante con le arti e le scienze. Alla scuola, vera protagonista e destinataria di tutta l’iniziativa, è riservata l’intera giornata di martedì 8, occupata da riflessioni di studenti e insegnanti sulla figura e l’opera di Dante e sull’importanza dello studio dei grandi classici nella formazione dei giovani.
Importante l’incontro con Vittorio Sermonti, nella giornata dedicata alle letture dantesche per i luoghi più significativi della città.

L’evento è stato reso possibile grazie anche a una gestione partecipata. Le famiglie e le attività commerciali collaboreranno ospitando i relatori, permettendo così di risparmiare sulle spese di vitto e alloggio e, contemporaneamente, consentendo incontri interessanti con la comunità. Un modus operandi che diventa anche simbolo di denuncia nei confronti dei tagli e della sottovalutazione della cultura.

La manifestazione – che l’anno scorso era dedicata a Giacomo Leopardi e ha riscosso molto successo – è stata ideata e curata da Novella Bellucci dell’università “La Sapienza”, con la collaborazione di Pisana Grossi dell’Istituto Maffeo Pantaleoni di Frascati. Gli eventi sono aperti all’intera comunità e i partecipanti interverranno a titolo gratuito. La serata conclusiva invece si terrà a Roma, a Palazzo Valentini, sede della Provincia, partner dell’iniziativa.
(06 maggio 2012)

Allegati