Conferenza di Rita Librandi, Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”

Dante e la lingua italiana
a cura di Mirko Tavoni

Biblioteca Classense / Sala Muratori
Sabato 17 novembre ore 17.30

Dante e la lingua della scienza
Conferenza di Rita Librandi, Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”

Nella prima parte della conferenza si esaminerà la prosa del Convivio, analizzandone le innovazioni sintattico-testuali rispetto alle precedenti o coeve scritture scientifiche in volgare. Nella seconda parte della conferenza si cercheranno riscontri con la lingua della Commedia e, in particolare, con il Canto XXVIII del Paradiso, dove Dante tenta per la prima volta una rappresentazione diretta di Dio. Buona parte del Canto è occupata dalla risposta di Beatrice al quesito del poeta sul rapporto tra l’ordine cosmico dei cieli e le gerarchie angeliche, nel corso dell’esposizione ritornano e si perfezionano espressioni e termini già sperimentati nel Convivio. Attenzione particolare sarà data al lessico, che assume grande rilevanza nella nostra storia linguistica grazie al fatto che proprio qui si fissa, per la prima volta, la terminologia della fisica, della logica, dell’astronomia e di altro ancora.

Per informazioni:
Istituzione Biblioteca Classense tel. 0544-482116 www.classense.ra.it

Allegati