Cento tavole originali,

Terni, in mostra da venerdì 18 a Palazzo di primavera la Divina Commedia di Salvador Dalì

Cento tavole originali, che illustrano il capolavoro di Dante, esposte fino al 3 marzo
Terni, in mostra da venerdì 18 a Palazzo di primavera la Divina Commedia di Salvador Dalì
Una delle tavole di Dalì

di Francesca Torricelli

Dall’inferno al paradiso, passando per il purgatorio. Sarà questo l’affascinante viaggio che si potrà fare all’interno del Palazzo di primavera, a Terni, dal 18 gennaio al 3 marzo, lasciandosi catturare dal genio di un artista poliedrico come Salvador Dalì.

La mostra «Nelle sale espositive del Palazzo – dicono gli organizzatori di Umbria Vision Network – saranno esposte le cento tavole originali che illustrano la Divina Commedia, da cui le xilografie sono tratte, concepite agli albori del periodo mistico di Dalì». Le tavole illustrano le tre cantiche – inferno, purgatorio, paradiso – e sono suddivise in trentatré trittici e in un’ultima tavola, «inferno: Lucifero». Raccontano il viaggio iconografico nei tre regni dell’aldilà descritti da Dante e sono considerate come la più importante opera illustrativa di Salvador Dalì, riconosciuta come uno dei capolavori del Novecento. Durante il periodo della mostra sarà possibile usufruire di visite guidate a cura degli allievi degli istituti artistici di Terni, Orvieto e Spoleto.

Gli eventi collaterali La mostra prevede una serie di eventi che si svolgeranno ogni venerdì. Dal concorso dedicato agli studenti delle scuole medie inferiori e superiori che premierà (con un notebook, un iPhone e un iPad) i più sensibili e attenti al linguaggio dell’arte, nel recitare a memoria un intero canto della Divina Commedia, a dei reading con la partecipazione di autori, di artisti di ogni espressione creativa e del pubblico.

Orari e prezzi La mostra verrà inaugurata venerdì alle 17 e sarà visitabile dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Decisamente popolari i prezzi dei biglietti, quasi a voler raccogliere il costante appello che da più parti arriva e relativo alla necessità di rendere l’arte fruibile a tutti: 2 euro per gli adulti, 50 centesimi per giovani e studenti. Ingresso gratuito per bambini delle scuole elementari e over 70.

Allegati