/‘E quindi uscimmo a riveder le stelle’

‘E quindi uscimmo a riveder le stelle’

19 maggio 2019   |   Taranto

Un successo oltre le aspettative. Questo è stato ‘E quindi uscimmo a riveder le stelle’, l’iniziativa organizzata, nei giorni scorsi, dalle associazioni Nobilissima Taranto e IperUranio, con il patrocinio del Comune di Taranto, che si è sviluppato in tre location differenti della Città vecchia, mixando i tre regni della Divina Commedia e la grande musica. E tale è stato il successo (sold out già dai giorni precedenti), che il prossimo 19 maggio si replica.

Ricordiamo che l’iniziativa, un vero e proprio format, vede lo storico locale Nello De Gregorio e Morris Franchini, storico ed antropologo, accompagnare i partecipanti in un viaggio che si snoda tra i vicoli della zona rupestre di via Cava, le corti medievali, gli androni di palazzi nobiliari e le magnifiche terrazze della Città Vecchia di Taranto.
Si tratta di una visita teatralizzata che si snoda tra divulgazione storica, archeologica e architettonica con l’aggiunta dell’emozione catartica del teatro e della musica in modo da offrire ai fruitori un’esperienza completa, divulgativa, educativa, razionale ma anche emotiva.
Protagonista non solo la Città Vecchia: in questo caso sarà palcoscenico a cielo aperto con la ‘Divina Commedia’ di Dante Alighieri. Vanno, infatti, in scena l’Inferno, il Purgatorio e il Paradiso.

Da sinistra Paola Vania, Sara Lacarbonara e Valentina Colleoni

Si esibiscono tre eccellenze della tradizione musicale tarantina, il soprano Valentina Colleoni, il maestro di piano Sara Lacarbonara, il maestro di violino Paola Vania. Ovvero il trio Donne InCanto, che nel primo appuntamento hanno proposti brani d’opera di Puccini, Vivaldi, Verdi, Bellini.

I tre canti della ‘Divina Commedia’, sempre nel primo appuntamento, hanno visto quali interpreti i bravissimi attori Giovanni Di Lonardo e Anna Colautti nonchè il poeta orfico Santi Spanna. Regista dell’evento Gianluca De Robertis.
Dunque, il nuovo appuntamento è fissato per il prossimo 19 maggio.