Firenze: passeggiate sulle orme di Dante in compagnia della Divina Commedia

Firenze, 12 set. – (Adnkronos) – Sabato 14 settembre cadra’ l’anniversario della morte di Dante Alighieri (1321) e il presidente della Societa’ Dantesca Italiana, Eugenio Giani, ripetera’ i percorsi danteschi, una passeggiata alla scoperta delle lapidi affisse da oltre cento anni sui muri di Firenze riportanti le terzine della Commedia. Prima dell’estate sono stati centinaia i partecipanti agli appuntamenti dedicati a Dante, cosi’ l’esperienza si ripetera’ sabato prossimo, giorno dell’anniversario, e sabato 21 settembre.

Con partenza da Palazzo Vecchio il percorso si conlude all’ombra di Orsanmichele, al Palagio dell’Arte della Lana, sede della Societa’ Dantesca Italiana. Un tragitto tra lapidi e personaggi di dantesca memoria con il presidente Giani che fara’ da guida a chi voglia riscoprire le tante tracce del Poeta in citta’, ricostruendo la sua vita attraverso i versi della Commedia sulla scia dell’enorme successo di “Inferno” (Mondadori), il bestseller dello scrittore americano Dan Brown, ambientato a Firenze e ispirato al poema dantesco.

In via del Corso, al numero civico 6, ad esempio sopra il palazzo dei Portinari, accanto a via dello Studio una lapide ricorda Beatrice. Di famiglia fiesolana, la famiglia Portinari ebbe importanti esponenti tra cui Folco di Ricovero, ghibellino, esiliato e perseguitato che nel 1285 fondo’ l’Ospedale di San Matteo poi divenuto Santa Maria Nuova, e soprattutto padre di Beatrice che abito’ in questa casa. E ancora, tra via de’ Tavolini e via dei Cerchi un’altra lapide dantesca riporta i versi del XVI canto del Paradiso. (segue)

Allegati