Il divino Nekrosius al Verdi con la prima del suo «Inferno»
BRINDISI – Un gigante del teatro contemporaneo alle prese con uno dei testi più visionari della letteratura italiana. La prima mondiale della Divina Commedia diretta dal regista lituano Eimuntas Nekrosius al Nuovo Teatro Verdi di Brindisi il prossimo …

BRINDISI – Un gigante del teatro contemporaneo alle prese con uno dei testi più visionari della letteratura italiana. La prima mondiale della Divina Commedia diretta dal regista lituano Eimuntas Nekrosius al Nuovo Teatro Verdi di Brindisi il prossimo 22 maggio (con replica il 23) promette uno straordinario incastro di culture, linguaggi ed epoche diverse. Il testo dantesco tradotto in lituano (da Aleksys Churginas) verrà riletto, re-interpretato e messo in scena da uno dei maestri indiscussi della drammaturgia europea con le musiche di Andrius Mamontovas, le scene di Maius Nekrosius e i costumi di Nadezda Gultiajeva. Dopo aver affrontato i classici russi, tra i quali L’Idiota di Dostoevskij rappresentato anche al teatro Petruzzelli nel novembre 2011, il maestro lituano ha scelto di tornare in Puglia e di regalare alla regione una ribalta mondiale.

E il Teatro Pubblico Pugliese ha colto la palla al balzo costruendo intorno a Nekrosius una cornice di iniziative teatrali, dal 21 al 25 maggio, intitolata «Puglia Showcase» tra Brindisi, Taranto, Barletta e Martina Franca. Cinque giorni in vetrina per numerose produzioni teatrali pugliesi davanti ad operatori internazionali e a prestigiose firme della critica teatrale. Oltre ad una serie di incontri, seminari e conferenze che faranno da corollario alla Commedia di Nekrosius. «Abbiamo fatto il nostro mestiere – ha spiegato il presidente del Tpp Carmelo Grassi presentando il corposo calendario di eventi -, abbiamo messo in rete le nostre attività, a cominciare dalle residenze teatrali di Taranto e Barletta. E’ un segnale che la Puglia teatrale vuole lanciare al mondo, ospitando una prestigiosa prima e operatori da tutto il mondo, così da mettere in grande evidenza le eccellenze del territorio». Uno spettacolo in grado di costruire «grandi ponti tra due culture – ha sottolineato Fausto Malcovati, studioso di Letteratura russa dell’università Statale di Milano -, il maestro visionario ha insegnato che si può fare teatro utilizzando in modo unico piccoli oggetti in scena, costruendoci attorno interi mondi». Poi, ha proseguito, «voglio vedere come fa lavorare tra loro lingue diverse, il suo teatro riesce a esprimere contenuti forti al di là dei vincoli linguistici. Si va oltre la comprensione verbale per toccare il significato profondo di un testo». Nekrosius sarà a Brindisi per la conferenza stampa il 21 maggio alle 11, al fianco del ministro lituano della Cultura Arunas Gelunas, di Salvo Nastasi, capo di gabinetto del Mibac, e del governatore Nichi Vendola. In calendario anche «Lezioni sull’Inferno dantesco», il 23 maggio al Verdi dalle ore 11 in collaborazione con l’università di Bari, e un seminario sulla musica nel teatro di Nekrosius (il 25 alle 17) alla Fondazione Paolo Grassi di Martina Franca. Info su www.pugliashowcase.it

Allegati