Le Tre cantiche con tre registi

DAL 6 AL 16 DICEMBRE 2012
da lunedì a sabato ore 20.45
domenica ore 17.00
Lo spettacolo nasce da un’idea di Luciano Bottaro ed è un progetto che vede impegnati in una sola grande opera tre differenti spettacoli che raccontano le tre cantiche.
Inferno per la regia di Alessia Oteri
Una suggestione, un pretesto, che prova dopo prova ci trattiene in quella selva oscura, buia, deserta e solitaria, rimanda a una drammaturgia moderna, a un linguaggio che meglio può cogliere i nostri intenti: un passaggio di crescita, quel viaggio dantesco, un’ascesa a dio al nostro dio interiore, al nostro umano – per dare spazio a noi stessi.
Purgatorio per la regia di Luciano Bottaro
Ambienta la cantica seconda in un padiglione psichiatrico dove le povere anime ignare e inconsapevoli del loro destino urlano e si dimenano in un’attesa eterna fino a quando al massimo della loro sofferenza si avvicinano ad un improbabile benessere nella speranza di vedere qualcosa di più bello. Lo spettacolo all’apparenza inquietante e crudo si rivela, un riuscito amalgama di contrasti oltre il limite della natura umana.
Paradiso per la regia di Paolo Vanacore
La stragrande maggioranza degli artisti è morta in quanto vittima delle logiche commerciali e di marketing cui è sottoposta a causa dei principi economici della domanda e dell’offerta. L’artista oggi è un produttore, un promoter, un venditore delle sue opere e se non lo è purtroppo è destinato a scomparire. lo spettacolo è fatto dalle anime degli artisti che in questa vita, quella impossibile di oggi, sono riusciti a restare tali e che ora, finalmente, ricevono il giusto riconoscimento: quello di sedere in paradiso e produrre arte per sempre.
E’ la prima volta che la Divina Commedia Dantesca formata da tre Cantiche viene messa in scena in un unico spettacolo con tre diverse regie quindi non resta che augurarvi un buona visione per questo immaginifico viaggio.

Allegati