Fondazione Biblioteca di via Senato

Dante e l’Islam
0
Pubblicato il 05 Novembre 2010 16:59

* Back home
* Print page

Share |
prossimo evento
Dove: Fondazione Biblioteca di via Senato, via Senato 14, Milano
Quando: dal 05 Novembre 2010 al 24 Novembre 2010

La mostra DANTE E L’ISLAM. Incontri di civiltà è organizzata dalla Fondazione Biblioteca di via Senato, in collaborazione col Comune di Milano – Cultura, in occasione dell’esposizione dal titolo Al-Fann. Arte della civiltà islamica, che si terrà a Palazzo Reale.

L’accostamento del nome del Poeta alla civiltà islamica è sempre stato oggetto di incomprensioni, dibattiti e discussioni.

Partendo dalle analogie presenti nel Poema dantesco con le leggende della tradizione islamica sui viaggi oltremondani di Maometto, si vuole rimarcare quanto l’epoca del Poeta fosse permeata del pensiero, della cultura e delle scoperte provenienti dal mondo arabo e fosse feconda per il pensiero e per la cultura occidentale.

All’inizio della mostra, un breve preambolo introduce alla situazione storica e politica del tempo, mettendo in luce le sorprendenti analogie del Poema con alcuni esempi della letteratura mistica islamica riguardanti il mi’raj, ovvero l’ascensione mistica di Maometto, narrata dal Corano.

Il percorso espositivo prevede la suddivisione degli spazi e delle opere secondo le tre Cantiche dell’Opera dantesca: Inferno, Purgatorio e Paradiso, sono esposte 35 edizioni illustrate della Divina Commedia presenti nella Fondazione Biblioteca di via Senato, che testimoniano la fortuna di Dante attraverso i secoli: dalla seconda edizione illustrata di Bonino Bonini [1487] all’edizione illustrata da Salvador Dalì [1963-64], e all’edizione illustrata da Monika Beisner [2005].

Sono, inoltre, esposti alcuni preziosi reperti provenienti dalle Raccolte Extraeuropee del Comune di Milano, dal Museo d’Arte Orientale di Torino, da collezionisti privati e da altri musei, che cercano di rendere l’importanza dell’artigianato e delle arti minori, delle scienze e della filosofia musulmane.

Negli spazi espositivi esterni è possibile visitare la sezione multimediale con la versione in 3D della Divina Commedia per iPad® (curata da Carraro Multimedia – IlSole24ORE). La struttura è allestita in modo da riproporre ai visitatori le figure e i brani più importanti del Poema dantesco.

La mostra curata dalla Biblioteca di via Senato, si è avvalsa della collaborazione di Giovanni Curatola – docente presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e l’Università di Udine ed esperto di arte islamica, curatore della mostra di Palazzo Reale, Francesca Flores D’Arcais – docente di Storia dell’Arte Medievale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Tullio Gregory – Professor Emerito di Storia della Filosofia presso l’Università La Sapienza di Roma, Accademico dei Lincei, Direttore dell’Enciclopedia italiana, Matteo Noja – conservatore dei Fondi Moderni della Fondazione Biblioteca di via Senato, Annette Popel Pozzo – conservatrice dei Fondi Antichi della Fondazione Biblioteca di via Senato.

ORARI

da martedì a domenica con orario continuato h. 10.00-18.00

Lunedì chiuso

INGRESSO LIBERO

lunedì 22 novembre 2010 – h.18.00

CONFERENZA: “Dante e l’Islam: la mostra”

a cura del Dott. Matteo Noja – della Dott.ssa Annette Popel Pozzo, conservatori dei Fondi Moderni e Antichi della Biblioteca di via Senato.

Ingresso libero senza prenotazione fino a esaurimento posti

Come nasce e si sviluppa la mostra: il progetto, l’allestimento, i materiali esposti. L’esposizione nasce dal desiderio di rendere noti i Fondi più importanti della Biblioteca di via Senato e dalla collaborazione con il Comune di Milano, che ha organizzato la mostra a Palazzo Reale al-Fann. Arte della civiltà islamica. All’epoca di Dante il pensiero islamico era assai diffuso nella cultura occidentale, e con questa esposizione si cerca di renderne omaggio.

L’accostamento del nome del Poeta alla civiltà islamica è sempre stato oggetto di incomprensioni, dibattiti e discussioni. Durante la conferenza verranno inoltre presentate le pregiate edizioni illustrate della Divina Commedia provenienti dal Fondo Antico della Biblioteca.

Allegati