Prof. Enrico Fenzi

L’ex Br fa slittare la Divina Commedia
niente Lectura Dantis nell’anniversario di Moro
Dopo le polemiche, Enrico Fenzi, già nella lotta armata e ritenuto ora uno dei massimi esperti di Dante Alighieri e Petrarca, posticipa di 24 ore la sua lettura pubblica del canto XV del Paradiso prevista inizialmente il 9 maggio, il giorno del ritrovamento dello statista ucciso e Giornata della memoria per le vittime del terrorismo
Lo leggo dopo

L’ex Br fa slittare la Divina Commedia niente Lectura Dantis nell’anniversario di Moro

L’ex brigatista rosso, professore Enrico Fenzi, fa slittare la Divina Commedia: La sua Lectura Dantis slitterà di 24 ore, dal 9 al 10 maggio, dopo un mare di polemiche. Il 9 maggio, data scelta in precedenza, coincideva con la data del ritrovamento del cadavere di Aldo Moro nel 1978. E alla fine l’appuntamento è stato posticipato. Lo comunica ufficialmente la Società Dantesca Italiana, invariati ora e luogo dell’appuntamento: alle 16.30 al Palagio dell’Arte della Lana.

“La lettura del canto XV del Paradiso che farà Enrico Fenzi si terrà il 10 maggio – spiega il presidente della Società Dantesca, Eugenio Giani -. Pur non avendo mai perso di vista le ragioni umane che hanno alimentato il dibattito tra le diverse sensibilità intorno a questo appuntamento, mi sono da subito detto convinto che non sempre le ragioni del cuore coincidono con quelle del diritto e della scienza”.

Le polemiche sulla lettura di Dante da parte di Enrico Fenzi

Enrico Fenzi, docente di letteratura italiana e considerato uno dei più prestigiosi specialisti di Dante Alighieri e Petrarca, venne arrestato due volte negli anni Ottanta, la seconda insieme a Mario Moretti. In carcere si dissociò dal terrorismo. “Per una coincidenza non cercata, ma frutto involontario di quel comprensibile anticipo con cui i calendari di appuntamenti vengono spesso decisi – spiega la Società Dantesca – la Lectura Dantis di Fenzi sarebbe caduta nel giorno del ritrovamento di Aldo Moro, nonchè Giorno della memoria per le vittime del terrorismo. Ecco perchè, con la massima disponibilità dell’interessato, abbiamo deciso di cambiare data”. La lettura da parte di Fenzi aveva suscitato diverse polemiche nelle scorse settimane a Firenze, tuttavia la scelta è stata confermata.

Allegati