Fabrizio Raggi apre la stagione teatrale, tra Dante e Freud

Domenica 17 gennaio finalmente un gradito ed
atteso “ritorno”nell’antico Centro storico: il primo spettacolo al
Teatro Titano, il piccolo “gioiello” nel cuore del centro storico della
città proseguirà la Stagione Teatrale 2009/2010 .

Il palcoscenico del Teatro Titano si aprirà con L’inferno in testa ed il paradiso nel cuore di e con Fabrizio Raggi e Roberto Fornara, una pièce appositamente creata dal giovane attore regista per la rassegna dedicata
agli artisti sammarinesi ed alle loro produzioni artisti, cinque
spettacoli eterogenei per offrire una panoramica di talenti e
professionalità del nostro Paese
organizzati dall’Ufficio Attività Sociali e Culturali all’interno del cartellone del Titano – costituito in totale da otto spettacoli di cui tre one man show con Marescotti, Marchetto e Rezza -.

L’inferno in testa ed il paradiso nel cuore (il cui sottotitolo altamente simbolico e chiarificatore è: Alla ricerca del nostro io velato e svelato da Dante, con l’acutezza del genio e la lungimiranza del profeta”) vede impegnato Raggi in un alternarsi di monologhi e dialoghi con Fornara, psicoterapeuta e neuropsichiatra, creando un parallelo tra la poesia di Dante ricca di intuizioni e grande acume espresse nei suoi Canti e la conoscenza dei meccanismi più profondi della psiche umana, avvenuta solamente nei secoli più recenti attraverso gli studi dei grandi padri della psicologia contemporanea.

Dicono gli autori: “ La
Divina Commedia come una macchina del tempo, ci accompagna tra i
meandri della psiche e tra le pieghe dell’anima sospesa tra ambizioni e
contraddizioni
. Abbiamo pensato di trasmettere una concezione
diversa della Divina Commedia, traendo cioè solo pochi spunti dalle
interpretazioni letterarie ma puntando di più su una lettura
psicologica del capolavoro dantesco. Per questo l’Inferno, il
Purgatorio e il Paradiso sono diventati le tappe di una crescita
interiore e di una catarsi psichica.”

Fabrizio Raggi, sammarinese è un attore teatrale, cinematografico, televisivo e regista che vanta una biografia di tutto rispetto. Diplomato nel 1995 presso la Scuola Internazionale di teatro Circo a Vapore, dal 1993 ha partecipato a vari stages di recitazione e di regia e fin dal 2000 ha in attivo varie
esperienze di didattica con adulti e bambini. Ha lavorato in molte
produzioni teatrali con Giorgio Albertazzi, Patroni Griffi, Proietti,
Gregoretti, Calenda, Scaparro. Nel cinema ha collaborato con Grimaldi,
Branciaroli, Herlitzka, Dannunzio, Carboni ed altri. Dopo il successo
del laboratorio teatrale tenuto a San Marino recentemente, ora sta girando una fiction, dividendosi tra San Marino e Roma, tra il palcoscenico e il set televisivo.

Roberto Fornara è medico chirurgo, neuropsichiatra, psicoterapeuta. Detiene presso la Facoltà di Scienze della Formazione di Roma 3, la cattedra di Teorie e tecniche del lavoro di gruppo e la Cattedra specialistica di Neuropatologia dell’età evolutiva. Dal 2004 al 2009 ha tenuto numerosi seminari su Arte e Psiche (Archetipi, Tragedia greca, Interpretazione psicanalitica delle favole, Il senso di colpa nella letteratura, Una palude di nome mia madre, Una montagna di nome mio padre, Narciso e Boccadoro: Il fascino della complementarietà, Interpretazione psicanalitica della Divina Commedia).

E’ possibile acquistare i biglietti dello spettacolo presso la biglietteria del Teatro Titano da giovedì 14 gennaio fino
alla data della rappresentazione, ogni pomeriggio, dalle ore 16,30 alle
ore 20,30, oppure con carta di credito, telefonando in biglietteria o
collegandosi al sito : www.sanmarinoteatro.sm

Per informazioni : biglietteria Teatro Titano tel. 0549 88 2416

Allegati