/L’italiano verso le altre civiltà. Dante e l’Islam

L’italiano verso le altre civiltà. Dante e l’Islam

04 LUGLIO 2008   |   Pescara

Nell’ambito del Convegno del CISDID (Centro Internazionale per lo Studio e la Didattica dell’Italiano e dei Dialetti) e del CIDSM in Italy L’italiano e i dialetti, oggi/ Italian &amp, dialects today in programma a Pescara dal 4 al 6 luglio per iniziativa dell’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara, dell’University of Cambridge, dell’Universiteit Leiden e del Laboratoire de recherche sur les asymétries d’interfaces dell’Université du Québec di Montréal, una sessione sarà dedicata ai rapporti tra Dante e ll’Islam.
Sotto la presidenza di Stefano Trinchese, interveranno:
Gaetano Bonetta, Dante: lingua e integrazione fra Oriente e Occidente
Gian Mario Anselmi, Dante storico e Dante filosofo tra Europa ed Islam
Nicola Longo, Il Ponte del Capello. Tradizione islamica e visione di Alberico nella poesia di Dante (C. Gizzi)
Michelangelo Zaccarello, L’immagine del diverso: il moro nella narrativa breve e nella poesia italiana antica
Giuseppe Ledda, Dire l’aldilà: Dante e la tradizione islamica

Seguirà una tavola rotonda coordinata da Diego Poli e presiduta da Umberto Bultrighini su Quale Islam in Dante? alla quale parteciperanno: Stefano Trinchese, Antonio Sorella, Fethi Nagga, Elio Marighetto, Liliya Nefedova, Natalya Popola e Yulia Ganieva

Museo delle Genti d’Abruzzo, Auditorium “L. Petruzzi”, via delle Caserme, ore 16-19.30

Allegati
Programma completo del convegno