Il viaggio dantesco

Settimana della Cultura, eventi a Siracusa e in provincia intorno al teatro e alla storia del territorio
Cultura 4 Aprile 2011 @ 13:01

Torna a Siracusa la Settimana della Cultura promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per la Sicilia dall’Assessorato regionale e dal Dipartimento per i Beni Culturali e Identità Siciliana. Per l’occasione l’attore e regista Agostino De Angelis (in foto) ha ideato un calendario denso di appuntamenti che si snoderanno dal 9 al 17 aprile.

Ad aprire gli eventi sarà sabato 9 aprile alle ore 10.30 e in replica alle ore 17.30, al teatro greco-romano di Catania, lo spettacolo itinerante “Il viaggio dantesco”, liberamente tratto dalla Divina Commedia. Domenica 10, alle ore 18, nell’area archeologica del tempio di Zeus Olimpio, meglio noto come “le due colonne”, sarà invece la volta della conferenza-spettacolo “Il console Marco Claudio Marcello e la presa di Siracusa”. Martedì 12, alle ore 10.30, proseguirà il viaggio nella Divina Commedia con “Incontro con Dante al castello”, un susseguirsi di incontri i dannati e i beati più famosi della storia, immersi nella cornice teatrale del Castellaccio di Lentini.

Mercoledì 13, alle ore 10.30 e in replica alle ore 17, presso il tempio di Segesta, Comune di Calatafimi Segesta, andrà in scena “l’Eneide”.

Venerdì 15, alle ore 10.30 si avrà invece la possibilità di fare una visita guidata teatralizzata al teatro greco e all’area archeologica di Palazzolo Acreide “Sulle orme di Gabriele Judica”, uomo di cultura e amante dell’antico a cui si devono importanti scoperte archeologiche. Infine, sabato 16 alle ore 17:30, nell’area archeologica di Megara Hyblaea “Il viaggio dantesco” concluderà la XIII Settimana della cultura.

Tutti gli spettacoli sono stati organizzati dall’ Associazione Culturale EXTRAMOENIA in collaborazione con De Angelis e con il patrocinio della Provincia Regionale di Siracusa, Comuni di Siracusa, Catania, Lentini, Palazzolo Acreide, Augusta, Calatafimi-Segesta, Rivista Archeologia Viva, Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico di Rovereto, Istituto del Dramma Antico di Siracusa e l’associazione culturale Archéotheatron.

Allegati