/“Teologia e Poesia in Dante.” Conferenza pubblica a cura di Cinzia Montevecchi,

“Teologia e Poesia in Dante.” Conferenza pubblica a cura di Cinzia Montevecchi,

14 settembre 2019   |   San Leo

COMUNICATO STAMPA

 

VIAGGIANDO CON DANTE

San Leo, Sabato 14 Settembre, ore 17.00

Teologia e Poesia in Dante.”

Conferenza pubblica a cura di Cinzia Montevecchi,

in collaborazione con l’ISSR A. Marvelli” delle Diocesi di Rimini e San Marino-Montefeltro

 

Proseguono con successo e sempre con maggior interesse gli incontri pubblici che il Comune di San Leo ha delineato nella rassegna, alla sua II edizione, “Viaggiando con Dante”.

Sabato 14 Settembre alle ore 17.00, sarà l’occasione per approfondire un aspetto molto importante nella poetica dantesca; teologia e poesia. A parlarne sarà la Professoressa di Letteratura e Teologia dell’ISSR “A. Marvelli di Rimini, Cinzia Montevecchi, attraverso una conferenza pubblica dal titolo: “Teologia e Poesia in Dante.”

 

La Professoressa Montevecchi anticipa alcuni dei passaggi fondamentali del suo intervento in questi termini: “Sfatato il pregiudizio che la poesia alteri la verità – pregiudizio sul quale per secoli si era fondata l’antitesi tra poesia e teologia – Dante è oggi riconosciuto da tutti come poeta e teologo.

Per la sua poesia Dante rivendica il carattere anagogico – di salita a Dio – che condivide con la teologia di Tommaso. Se la poesia di Dante trova la sua forza e la sua unità nel suo carattere anagogico, la sua teologia, al di sopra delle singole verità di fede che di volta in volta sono illustrate dagli spiriti beati, ha il suo centro nell’amore di Dio, principio e fine, sorgente e meta del ritorno. Il mistero dell’agape trinitaria, che custodisce il volto del Figlio “umanato”, nel quale solamente si può vedere Dio faccia a faccia, non solo giustifica il percorso e gli incontri che si susseguono nelle tre cantiche, ma costituisce il significato ultimo di tutta l’opera, donando all’uomo e alla storia un valore per l’eternità.”

Un percorso affascinante ed un approfondimento della poetica dantesca che si prospetta grazie alla ormai consolidata collaborazione che da anni l’Amministrazione Comunale di san Leo ha instaurato con l’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Alberto Marvelli” delle Diocesi di Rimini e di San Marino-Montefeltro, “un’istituzione accademica la cui attività è finalizzata ad una puntuale e rigorosa formazione nell’ambito del sapere teologico e delle scienze religiose, nel confronto con la cultura contemporanea e in aderenza alla tradizione e al Magistero della Chiesa.”

 

“Vassi in San Leo e discendesi in Noli, montasi su in Bismantova e ‘n Cacume con esso i piè; ma qui convien ch’om voli” (Canto IV del Purgatorio). Da questi versi nasce l’incontro di San Leo con Dante e da questi versi si rinnova la proposta di “viaggio” avviata con successo dal Comune di San Leo e denominata appunto “Viaggiando con Dante”; un vero e proprio viaggio nel variegato universo disegnato dal poeta fiorentino ma anche un viaggio rivolto alla nostra interiorità e al dialogo incessante con l’Umanità.

 

La rassegna leontina vede la collaborazione del Centro Dantesco dei Frati Minori Conventuali di Ravenna, l’ISSR “A. Marvelli” delle Diocesi di