163 cantori non professionisti recitano i 100 canti di Dante sul palco del Teatro Testori.

Tòta la Cumègia a Forlì: dal 9 all’11 marzo
In tre giorni consecutivi, 163 cantori non professionisti recitano i 100 canti di Dante sul palco del Teatro Testori. Venerdì 9 alle 18.30 apertura della maratona dantesca
Forlì, 8 marzo 2012 – Dopo il grande successo dell’edizione 2011, la lettura integrale della Divina Commedia ritorna sul palco del Teatro Testori a Forlì per la seconda edizione. In tre giorni consecutivi (9, 10 e 11 marzo) sarà presentato un vero e proprio “cammino” dantesco, una originale maratona di poesia che ripropone la freschezza dell’incontro “vivo” con il capolavoro di Dante. Il titolo in romagnolo sottolinea il valore popolare della manifestazione e la lunga permanenza del sommo poeta nella nostra terra.
Sono molti i cittadini forlivesi che hanno voluto offrirsi per ridare vita ai versi di Dante e che, dopo un adeguato lavoro di preparazione, hanno assimilato il contenuto dei canti, accettando la sfida dell’incontro “senza rete” con il pubblico. La poesia di Dante sarà recitata, letta, cantata e proclamata da 163 cantori di ogni provenienza professionale e, dato straordinario per questa festa della poesia, saliranno sul palco molti giovani oltre a una intera classe di seconda media della scuola Marco Palmezzano.

Venerdì 9 marzo alle ore 18,30 aperitivo e apertura della maratona dantesca. Alle ore 19,00, l’Assessore alla Coltura del Comune di Forlì, John Patrick Leech, inaugura la manifestazione, leggendo in inglese il primo canto dell’Inferno.

Allegati