Nato a Rimini, ha studiato a Bologna allievo dell’orafo Remo Lucca. Emigrò in seguito in Libia, ed a Tripoli fu, prima assistente e poi Direttore della locale Scuola per orafi e argentieri. In quel periodo oltre a lavori tipici dell’oreficeria, eseguì ceselli e piccole statuette in vari materiali. Dopo la fine della seconda guerra mondiale è ritornato a Rimini, dove ha continuato la sua attività, incidendo e modellando anche un discreto numero di medaglie. Anche il figlio Silvano ha seguito le orme paterne per quanto riguarda l’incisione.(cfr. Lorioli Vittorio e Conti Paolo Fernando, Medaglisti e incisori italiani dal Rinascimento a oggi, Cooperativa grafica bergamasca 2004).