Nato a Bergamo il 6 marzo 1920. Ha studiato disegno e pittura con il fratello Romualdo e scultura nello studio di Gianni Remuzzi. Nel 1940, durante il servizio militare, ha frequentato l’Accademia Cignaroli di Verona. Ha partecipato a numerose mostre nazionali e internazionali di pittura, scultura, grafica, arte sacra ottenendo numerosi premi e segnalazioni. Molte sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private, in Italia e all’estero, tra i suoi lavori più impegnativi si ricordano: la Via Crucis della Basilica di Alzano Lombardo, la statua di Giovanni XXIII sul fronte del Seminario Vescovile di Bergamo, numerosi monumenti ai Caduti, il busto del musicista Pietro Antonio Locatelli, la grande statua di Papa Giovanni XXIII che nel 1986 viene collocata in una piazza a Roma, nella parrocchia di San Basilio. Ampia la produzione medalgistica: oltre ai pezzi realizzati per il Circolo Numismatico Bergamasco, ha tra l’altro eseguito medaglie ufficiali per i viaggi di Giovanni Paolo II in Germania e in Africa. E’ morto nel 1989.(cfr. Lorioli Vittorio, Medaglisti e incisori italiani del XX secolo, Litostampa Istituto Grafico 1995)