Nato a Palermo il 20 settembre 1856. Studiò inizialmente a Palermo, poi, dopo un breve soggiorno a Napoli si trasferì a Firenze per perfezionarsi. Dal 1880 al 1881 visse a Parigi e nel 1899 soggiorna a Londra. A roma, successivamente, eseguì dodici statue per il Palazzo del Parlamento, altre sue importanti sculture sono a Venezia, Cremona, Firenze. In quest’ultima città fu insegnante di plastica e preside dell’Accademia di Belle Arti. Oltre ai piccoli bronzi modellò targhette e medaglie. Autore, tra l’altro, dei modelli delle monete commemorative del cinquantenario della proclamazione del Regno d’Italia. Le sue opere sono custodite in molti Musei in città d’Europa. E’ morto a Firenze il 18 marzo 1933.(cfr. Lorioli Vittorio, Medaglisti e incisori italiani del XX secolo, Litostampa Istituto Grafico 1995)