Autore/i
(1906/)

Artista polacco, nato nel 1925, scultore, ha vinto il primo premio con una medaglia presentata alla I Biennale Internazionale Dantesca. Ha partecipato alle prime edizioni della Biennale Internazionale Dantesca di Ravenna.

Nato a Macerata nel 1906. Di professione avvocato, ha nutrito una forte passione per l’arte, in particolare per la medaglistica. Ha così frequentato la Scuola d’Arte della Medaglia, alla Zecca di Roma. Ha partecipato poi a qusi tutte le mostre medaglistiche nazionali e internazionali, tra cui quelle organizzate dall’AIAM e dalla FIDEM. E stato per molti anni presidente dell’AIAM, Associazione Italiana Amici della Medaglia. Vive e lavora a Roma.(cfr. Lorioli Vittorio, Medaglisti e incisori italiani del XX secolo, Litostampa Istituto Grafico 1995)

Datazionesec. XX, seconda metà
Tipomedaglia
Materialebronzo
Tecnicaa fusione
Descrizione

D/ Nel campo Caronte sulla barca che traghetta le anime, R/ Nel campo, castello con sette mura.

Iscrizioni
dritto, nel giro SETTE VOLTE CERCHIATO D'ALTE MURA
dritto, in basso G C
rovescio, nel giro CARON DIMONIO CON OCCHI DI BRAGIA
rovescio, in basso G C
MisureØ 78 mm
Peso200 gr
Bibliografia
1973, p. 5
Inventario
586
Conservazionebuono
Mostre
Ravenna, I Biennale Internazionale del bronzetto dantesco, 1973
Acquisizionedonazione
Osservazioni

Il castello circondato da sette mura, presente nel retro è il castello degli spiriti magni descritto nel IV canto dell’Inferno