Autore/i
(1930/notizie 1996)

Nato a Carpi (Modena) nel 1930. Si è diplomato all’Istituto d’Arte “Adolfo Venturi” di Modena ed ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Bologna. Dapprima pittore, si è sempre distinto in particolar modo come ritrattista. Ha esposto più volte in Italia le sue oepre pittoriche. Si è dedicato in seguito con grande impegno e raccogliendo significativi consensi alla scultura e in modo specifico all’esecuzione di modelli per medaglie. Anche in questa veste è stato presente alle più importanti rassegne nazionali e internazionali. Da ricordare, tra l’altro, la medaglia ufficiale eseguita per il Vaticano nel 1989, a ricordo del 25° anniversario dell’istituzione del Sinodo dei Vescovi. La committenza dei suoi numerosi lavori comprende, Circoli Numismatici, Associazioni, Istituzioni Religiose, Enti Pubblici e privati. Vive e lavora a Carpi.(cfr. Lorioli Vittorio e Conti Paolo Fernando, Medaglisti e incisori italiani dal Rinascimento a oggi, Cooperativa grafica bergamasca 2004)

Datazione1973
Tipomedaglia
Materialebronzo
Tecnicaa fusione
Descrizione

D/ Nel campo, busto del Poeta laureato a destra con la mano sinistra al petto e un libro, R/ Nel campo, sette figure umane con lunghe vesti e fasce.

Iscrizioni
dritto, nel giro DANTE ALIGHIERI
dritto, in basso G. MERIGHI 73
rovescio, nel giro VENIMMO AL PIE' D'UN NOBILE CASTELLO, SETTE VOLTE CERCHIATO D'ALTE MURA
rovescio, sulle fasce delle figure umane GRAMMATICA ARITMETICA RETORICA DIALETTICA ASTRONOMIA GEOMETRIA
MisureØ 90 mm
Peso330 gr
Bibliografia
1973,
Inventario
1293
Conservazionebuono
Mostre
Ravenna, I Biennale Internazionale del bronzetto dantesco, 1973
Bergamo, Dante Alighieri nella medaglia contemporanea, 2001
Acquisizionedonazione
Osservazioni

Le personificazioni umane sul rovescio della medaglia sono le rappresentazioni delle arti del trivio e del quadrivio, di cui Dante parla nel IV canto dell’Inferno, accomunandole alle sette alte mura che circondano il Nobile Castello in cui vivono gli Spiriti Magni.