Autore/i
(XIX secolo)

Attivo nel XIX secolo. Intraprese a Firenze l’attività di incisore, che verrà poi proseguita nel tempo da altri discendenti. Le sue medaglie vennero eseguite grossomodo nel periodo compreso tra il 1861 e il 1875, e sono legate in buona parte agli eventi che hanno accompagnato il nascere del Regno d’Italia.(cfr. Lorioli Vittorio e Conti Paolo Fernando, Medaglisti e incisori italiani dal Rinascimento a oggi, Cooperativa grafica bergamasca 2004)

(seconda metà XIX secolo)

Figlio di Francesco fu un incisore molto attivo durante la seconda metà del XIX secolo. Lavorò prima a Firenze e poi a Roma. Della sua copiosa produzione, numerosi esemplari, che riguardano personaggi e fatti rilevanti degli ultimi decenni dell’Ottocento, sono conservati nel Medagliere del Museo del Risorgimento a Roma, e in altri Musei storici in varie città d’Italia, nonché in collezioni private.(cfr. Lorioli Vittorio e Conti Paolo Fernando, Medaglisti e incisori italiani dal Rinascimento a oggi, Cooperativa grafica bergamasca 2004)

Datazione1865
Tipomedaglia
Materialegesso
Descrizione

D/ Nel campo, figura femminile con cinta di mura in testa (l’Italia) stante a sinistra che solleva con le mani un urna cineraria, sullo sfondo a sinistra facciata della chiesa di S. Croce a destra Duomo di Firenze con upola e campanile, R/ Liscio.

Iscrizioni
dritto, nel giro AL PRECURSORE DELL'ITALIA UNA NEL VI. CENTENARIO
dritto, sul vaso sorretto dalla donna CENERI / DI / DANTE
dritto, nell'esergo FIRENZE 1865
MisureØ 53 mm
Peso5 gr
Inventario
2561
Conservazionebuono
Acquisizionedonazione