Autore/i
(1838/1909)

Nato a Firenze nel 1838. Incisore e medaglista, allievo all’Accademia di Belle Arti di Firenze. Ancor giovane iniziò a lavorare per la Zecca fiorentina per la quale incise numerose monete e medaglie, delle quali alcune per la Repubblica di S. Marino. Dal 1869, su alcune medaglie figura anche la dizione “Luigi Gori e figlio F.”.(cfr. Lorioli Vittorio, Medaglisti e incisori italiani dal XV al XIX secolo, 1993 Litostampa Istituto Grafico)

Datazione1890
Tipomedaglia
Materialebronzo
Editore/Stampatore/Incisoren. n. Firenze
Descrizione

D/ Nel campo, busto di Beatrice laureata di tre quarti a sinistra, R/ Nel campo, giglio con due fiori inscritto in un cerchio di perline.

Iscrizioni
dritto, nel giro O BEATRICE DOLCE GUIDA E CARA! - PARAD. C.TO XXIII
dritto, nel campo sotto il taglio L. GORI E F. I.
rovescio, nel giro RICORDO DELL'ESPOSIZIONE BEATRICE - FIRENZE MAGGIO - GIUGNO MDCCCXC
Stemmi/Emblemi/Marchi

rovescio, nel campo

giglio con due fiori

(

simbolo

Giglio di Firenze

)
MisureØ 37 mm
Peso30 gr
Bibliografia
Donati D. 2002, pp. 90-91, n° 74
Inventario
1146
Conservazionebuono
Acquisizioneacquisto