/Collezioni
Collezioni 2018-06-26T16:54:10+00:00

Collezioni

Fin dalla sua fondazione il Centro Dantesco ha curato la raccolta, accanto alla tomba con il Dante morto, di ogni tipo di testimonianza della continua vitalità del suo pensiero e della sua opera.
Si è andata così via via costituendo una specialistica Biblioteca il cui nucleo è costituito da alcuni manoscritti danteschi del sec. XIV e dalle più antiche edizioni a stampa (secc. XV-XVII) delle opere dell’Alighieri, tra cui l’editio princeps della Comedia impressa a Foligno l’11 aprile 1472. La raccolta comprende poi la maggior parte delle edizioni, italiane e straniere, pubblicate dal 1700 ad oggi, le diverse Lecturae Dantis, la serie dei maggiori periodici danteschi e gran parte delle molteplici monografie sulle opere e la fortuna del sommo Poeta.
Accanto a questo fondo (stimato oggi in circa 14.000 tra volumi e opuscoli e oltre 2.500 altri documenti) si sta progressivamente costituendo una significativa sezione dedicata alle principali opere su san Francesco, il francescanesimo e, più in generale, sulla cultura e la spiritualità medievale. È del 1997 la donazione da parte di Maria Manuela Farneti e dei figli Leone e Maria Paola Pachucki della biblioteca e dell’archivio di famiglia, in cui sono raccolte importanti memorie del letterato bertinorese Paolo Amaducci (1856-1946), convinto sostenitore della dipendenza della Commedia dal De quadragesima et quadraginta duabus Hebraeorum mansionibus di san Pier Damiani.
Ricca poi la raccolta artistica comprendente opere di grafica ma soprattutto medaglie e piccola scultura in gran parte acquisite in occasione della Biennale Internazionale Dantesche.
Tra il materiale “minore” (francobolli, figurine, distintivi e oggetti vari), particolare interesse merita la raccolta di circa 2.000 cartoline. Si tratta di materiale relativo alla interpretazione artistica della Commedia come anche all’iconografia del suo Autore, a luoghi, monumenti e memorie in diverso modo concernenti il Poeta e la sua fortuna, a particolari celebrazioni anniversarie, commemorative, ma anche “politiche” e satiriche.

 

Primo piano

CONCORSI

Video