Autore/i
(1939/notizie 2003)

Nato a Greifswald nel 1939. Per primo fece un periodo di tirocinio come guardia forestale, che concluse nel 1956, nel 1959 conseguì la maturità a Posdam e studiò del 1961 al 1967 architettura a Dresda. Lui esercita questa professione dal 1968 e oggi lavora come dirigente in uno studio di architettura a Dresda. Parallelamente allo studio di architettura c’è la formazione e il perfezionamento nelle materie di pittura, grafica e plastica in diversi circoli, in gruppi di perfezionamento e altri gruppi di lavoro sotto la regia di G. Sommer, Alfs, Wetzel, von der Erde. Dal 1971 Guttler si occupa in modo intensivo delle medaglie, anche in questo campo come autodidatta, i suoi temi preferiti sono problematiche del nostro tempo, l’architettura, personaggi, loo sport e il nudo. Nel frattempo sono state realizzate circa 300 medaglie. Quasi tutti i pezzi sono realizzati da lui stesso in metallo bianco patinato senza ricorrere a nessun aiuto esterno ed eseguiti come pura fusione artistica. L’elenco delle sue partecipazioni ai vari concorsi e mostre è imponente, numerosi musei e collezioni sono in possesso delle sue opere, alle mostre-FIDEM partecipa fin dal 1990, dal 1991 anche ai concorsi per medaglie commemorative per lo stato federale. Güttler è socio dell’Associazione Numismatica di Dresda, dell’Associazione Numismatica di Speyer, della Fidem, della DGMK e del circolo di lavoro per lo studio delle medaglie.

Denominazione/TitoloDante der europaer
Datazione2003
Tipomedaglia
Materialebronzo
Tecnicaa fusione
Descrizione

D/ Nel campo, su di un capitello ionico decorato con figura femminile alata della pace, a sinistra profilo laureato del Poeta a destra che guarda alla cartina dell’Europa dove è indicata la città di Ravenna da cui partono cerchi concentrici, R/ Lisc.

Iscrizioni
dritto, nel campo in basso a destra G 03
dritto, nell'esergo su cartiglio Dante der Europaer
rovescio, nel campo centralmente G
MisureØ 140 mm
Peso1150 gr
Note storiche-critiche

L’opera è composta anche da un disco in bronzo dorato patinato di 214 mm di diametro e dal peso di circa 300 g che probabilmente funge da base per la medaglia che nel rovescio ha forma di calotta sferica.

Bibliografia
2003, p. 92
Inventario
3148
Conservazionebuono
Mostre
Ravenna, XIV Biennale Internazionale Dantesca, 2003
Acquisizionedonazione
Osservazioni

Lo spessore e il bordo della medaglia sono irregolari.