Autore/i
(1938/notizie 2003)

Nata a Roma nel 1938. Ha studiato all’Accademia di Scultura di Roma, prima con Attilio Selva, poi con Pericle Fazzini. Nell’intento di approfondire lo studio dell’anatomia, completarlo con la fisiologia ed estenderlo agli altri esseri viventi, ha conseguito la laurea in Scienze Biologiche.Il suo percorso artistico inizia a tredici anni, giovanissima espone le sue opere dapprima a Roma, poi in altre città d’Italia e più tardi all’estero: nel 1971 la parsonale a Lisbona e, a partire dal 1987, le personali a Vienna, Zagabria, Zurigo, Belgrado, Atene, Salonicco, organizzate con il contributo del Ministero degli Esteri.Le sue sculture, per lo più bassorilievi in legno, in bronzo o in terracotta si trovano presso collezioni pubbliche e private in Italia e all’estero.Nella ricerca artistica affronta temi che coinvolgono sia la sfera sociale che quella intimistica, oltre naturalmente ai problemi legati al significato stesso dell’imagine, realizza numerosi ritratti e approfondisce i temi dell’arte sacra operando anche su commissione (Duomo di Fermo, Parrocchia Sacra Famiglia di Roma).Nel corso della sua attività ha ricevuto attestati di stima da critici e maestri quali Pericle Fazzini e Giacomo Manzù. Vive a Roma. Molte anche le sue partecipazioni alla Biennale Internazionale Dantesca compresa l’ultima edizione del 2003.

Denominazione/TitoloDante e il suo “bel San Giovanni”
Datazione1984
Tipoplacchetta
Materialebronzo
Tecnicaa fusione
Descrizione

D/ Anepigrafo, nel campo centralmente, veduta assonometrica del battistero di Firenze, a destra busto del Poeta a sinistra affiancato da quattro figure femminili, R/ Liscio, nel campo è applicata una piccola ringhierina matallica basculante.

Iscrizioni
dritto, nel campo in basso a sinistra 84 / Paola de Gregorio
Misure250x296 mm
Peso2600 gr
Bibliografia
1985,
Inventario
1304
Conservazionebuono
Mostre
Ravenna, VII Biennale Internazionale del bronzetto dantesco, 1985
Acquisizionedonazione
Osservazioni

La forma della placchetta è irregolare.