Autore/i
(1906/1987)
Denominazione/TitoloUlisse e Diomede (serie aurea Divina Commedia. Inferno, canto 26)
Datazionesec. XX, seconda metà
Tipomedaglia
Materialemetallo dorato
Tecnicaconiazione
Descrizione

D/ Ulisse e Diomede nudi protesi verso l’alto tra fiamme di fuoco – Doppio cerchio lineare e perlinato. Taglio rigato.
R/ Lucifero con tre facce e due grandi ali aperte, conficcato nel Cocito fino al petto, nell’atto di portare alla bocca un dannato – Doppio cerchio lineare e perlinato. Taglio rigato.

Iscrizioni
D/ Nel giro in basso ULISSE E DIOMEDE CANTO XXVI
R/ Nel giro in alto e in basso LUCIPHER - HELL
R/ Nel giro in basso LUCIFERO INFERNO
R/ Nel campo a sinistra AFFER
MisureØ 30 mm
Peso20 gr
Note storiche-critiche

L’opera fa parte di una serie di trentasei medaglie dedicate alla Divina Commedia (dodici per ogni Cantica) i cui soggetti sono in gran parte ricavati dalle illustrazioni di Gustave Doré. In particolare per il rovescio di questa medaglia – comune a tutte le dodici dedicate alla prima Cantica – si veda l’illustrazione del Doré a Inferno XXXIV, 19-21.

Bibliografia
Donati D. 2002, pp. 566-567, n. 671
Inventario
OA00491
Conservazionebuono
Mostre
Bergamo, Dante Alighieri nella medaglia contemporanea, 2001
Acquisizionedonazione
Osservazioni

Titolo del catalogatore