/Giro di Romagna per Dante Alighieri, ecco la nuova corsa a tappe Elite e Under 23

Giro di Romagna per Dante Alighieri, ecco la nuova corsa a tappe Elite e Under 23

2019-11-24T22:06:45+00:00 24 Novembre 2019|

Giro di Romagna per Dante Alighieri, ecco la nuova corsa a tappe Elite e Under 23

Organizzato dalla Nuova Ciclistica Placci 2013, celebra i 700 anni dalla morte di Dante e si pedalerà interamente in romagna, dal 30 aprile al 3 maggio

di LAURA GUERRA
Ultimo aggiornamento il 22 novembre 2019 alle 21:15
Ciclisti in collina (Foto Concolino)
Ciclisti in collina (Foto Concolino)

Bologna, 22 novembre 2019 – Il viaggio di Dante raccontato nella Divina Commedia lo porta dall’Inferno al Paradiso, è introspettivo tra gioie e dolori e ha una durata di sette giorni. Ispirandosi a lui, nasce in Emilia Romagna una nuova inedita corsa a tappe per Elite e Under 23. Si tratta del “Giro di Romagna per Dante Alighieri”, nuovo evento sportivo a respiro nazionale lanciato dalla Nuova Ciclistica Placci 2013, presieduta da Marco Selleri, in partnership con Communication Clinic di Marco Pavarini, team che peraltro ha permesso anche la rinascita del Giro d’Italia Under 23.
Dando vita al “Giro di Romagna per Dante Alighieri’, oltre omaggiare il sommo poeta per le edizioni 2020 e 2021, nell’anniversario dei 700 anni dalla morte avvenuta a Ravenna, città che sarà fulcro delle celebrazioni dei prossimi anni, tornerà dunque in romagna una corsa a tappe che ha fatto al storia del ciclismo, ripartendo dalla tradizione del Giro Pesca e Nettarina di Romagna Igp che ha lanciato alcuni dei più forti ciclisti degli ultimi vent’anni, da Ivan Basso a Fabian Cancellara, da Damiano Caruso a Davide Formolo e Gianni Moscon.

Il “Giro di Romagna per Dante Alighieri”, prenderà il via da Ravenna e si svolgerà dal 30 aprile al 3 maggio, una corsa a tappe per élite ed Under 23 snocciolata su 4 tappe durante le quali i ciclisti affronteranno salite e discese, paradisi e inferno dei pedali, dove ogni km sarà anche sospinto dal viaggio interiore che da sempre aiuta gli atleti a superare i propri limiti.

Si svolgerà interamente in Romagna, terra del ciclismo e degli eroi in sella su due ruote, ma non sarà l’unico ammiccamento al ricordo del grande poeta italiano. Per ora c’è ancora riserbo sulle tappe, sulla maglia e sulle formazioni al via ma è bello vedere come ancora una volta ciclismo, cultura e promozione del territorio si sposino così bene fondendosi l’uno dentro l’altro.

“Un nuovo appuntamento ciclistico prestigioso e molto atteso in una Regione che crede molto nella bicicletta, anche come elemento imprescindibile per la mobilità sostenibile e per la salute delle persone, oltre a un importante volàno in termini di promozione turistica e marketing territoriale – dice Marco Selleri – così come nella tradizione del Giro Pesca e Nettarina di Romagna Igp e del Giro d’Italia Under 23, l’attività del nostro gruppo di lavoro sarà orientata alla valorizzazione delle eccellenze del territorio, anche dal punto di vista culturale”.