/V – Le teologie di Dante

V – Le teologie di Dante

2019-01-15T22:19:37+00:00 15 Gennaio 2019|

L210013 aggiungi al carrello
Le teologie di Dante
Atti del Convegno internazionale di studi, 2015
a cura di Giuseppe Ledda
Centro Dantesco dei Frati Minori Conventuali Ravenna n. 6
pp. 312, ISBN 978-88-89501-11-5    € 25.00
click per ingrandire

Giuseppe Mazzotta, Introduzione – Marco Ariani, La teologia della luce in Dante – Claire E. Honess, «Vedi nostra città»: Dante, teologia e società – Francesco Santi, Dante e la mistica. Con una nota sul XXVI canto del ParadisoSimon A. Gilson, Appunti metodo logici su teologia e scolastica nel ParadisoMira Mocan, «Fantasticus mundus». Teologia vittorina ed esegesi visiva nell’opera dantesca – Christian Moevs, L’amore triforme: i sette peccati capitali e la struttura della Commedia di Dante – Susanna Barsella, Il «poema sacro» tra arte e teologia del lavoro. Purgatorio X-XII, Paradiso XXV-XXVI – Nicolò Maldina, Tra predicazione e liturgia. Modelli e fortuna del «Pater noster» di Purgatorio XI 1-21 – Beatrice Priest, Teologie e poesie pastorali in Dante: fecondità, creatività e umiltà – Giuseppe Ledda, Teologia e retorica dell’ineffabilità nella Commedia di Dante

Il sesto convegno promosso dalla Sezione Studi e ricerche del Centro Dantesco di Ravenna indaga sotto diversi aspetti la teologia nell’opera di Dante: una presenza molteplice complessa, di straordinaria rilevanza e pervasività. Sono studiati nella poesia dantesca alcuni temi strettamente teologici, come la mistica, la teologia della luce, i rapporti con la scolastica, la preghiera, il dialogo con la Bibbia, l’ineffabilità del divino. Ma anche i temi della morale, della politica, della riflessione sulla società rivelano in Dante una dimensione profondamente teologica.

Per ordinare vai al sito LINK